Kali Diventa Persistente e Cifrata

Il gruppo di sviluppo che sta dietro al progetto Kali Linux ha annunciato la disponibilità di una nuova release della nota distribuzione dedicata al penetration testing, distro che ha sostituito Backtrack.

La nuova versione di Kali, la 1.0.7, si distingue per il fatto che da questa incarnazione, ha inizio un sforzo congiunto del team Kali e degli sviluppatori dei vari tools inclusi nella distribuzione stessa,  per far si che i tools di terze parti funzioni in maniera perfetta e siano integrati senza problemi nella distribuzione.

Ma la caratteristica più interessante di questa nuova versione, è la possibilità di creare una versione persistente di Kali su supporto USB completamente cifrata, grazie a LUKS (Linux Unified Key Setup). Con questa caratteristica sarà possibile creare una versione di Kali imprenetrabile a occhi indiscreti, anche in caso di perdita del supporto.

Notevole il tempismo di questa nuova caratteristica, vista l’improvvisa e imprevista uscita di scena di TrueCrypt, software che per tanto tempo è stato il software per antonomasia per la cifratura di dischi.

Che si tratti di un’uscita di scena definitiva o temporanea ce lo dirà solo il tempo, anche se sono fiducioso del fatto che TrueCrypt tornerà tra qualche settimana sotto una nuova forma. Ma questo è un altro discorso, intanto godiamoci Kali Linux 1.0.7.