[eBook] Hacker’s Underground Handbook

Per entrare nel mondo dell’hacking è necessaria una guida. Può essere una persona che ha già esperienza nell’ambiente, un sito, un libro. Gli argomenti da affrontare sono tanti, per affrontarli nel modo giusto è necessario organizzarli in modo organico. Un punto di partenza per entrare nel mondo dell’hacking è Hacker’s Underground Handbook.

Hacker’s Underground Handbook si rivolge a chi è assolutamente privo di nozioni di hacking e vuole muovere i primi passi. Chi ha già conoscenze informatiche medie, chi è già in grado di muoversi con sicurezza tra distribuzioni Linux ed exploit troverà questa guida semplice e banale; chi invece cerca un punto di partenza concreto per iniziare il viaggio nel mondo dell’hacking potrebbe trovare in questo ebook la base di partenza che non aveva trovato prima.

A cosa server diventare hacker? Difficile dire cosa significhi “diventare hacker”. Forse il primo passo verso l’hacking è la formazione di una mentalità. Acquisire questa mentalità significa capire come gli hacker ragionano; di conseguenza significa sapere come pianificare meglio la sicureza del proprio sistema.

Ma l’hacking può anche essere un’opportunità professionale. Oggi l’ethical hacker è una figura professionale riconosciuta  e ricercata. Chi sogna di passare il giorno a bucare sistemi in modo del tutto legale potrebbe rivolgersi verso questo obiettivo professionale.

L’hacking alla fine è soprattutto divertimento.  Probabilmente i più saranno interessati dall’hacking per pura curiosità, magari per fare qualche scherzo agli amici, o per leggere la posta elettronica della moglie/fidanzata, dimenticando che si tratta di un reato penale!

Hacker’s Underground Handbook copre tutti gli aspetti dell’hacking in modo sintetico ma chiaro. Le spiegazioni sono supportate immagini e da svariati link con le risorse fondamentali per muoversi in questo mondo.

Tra gli argomenti trattati in questo ebook troviamo:

Linux

  • Scegliere e installare una distribuzione (Ubuntu)

Password

  • Social engineering
  • Shoulder surfing
  • Password guessing
  • Dictionary
  • Brute-force
  • Rainbow tables

Network hacking

  • Footprinting (information gathering)
  • Port scanning
  • Come usare gli exploit: perl, python, come compilare gli exploit scritti in C

Wireless hacking

  • Cracking WEP

Windows hacking

  • NetBios
  • Password Cracking

Malware

  • ProRAT: come configurare e usare un Remote Administration Tool (Trojan)

Web hacking

  • Cross Site Scripting (XSS)
  • Remote File Inclusion
  • Local File Inclusion
  • Backdoor (C99)

Alcuni argomenti sono familiari ai lettori di PillolHacking. In questo ebook sono organizzati in modo organico, per guidare il neofita e dargli una direzione, senza la quale è facile perdersi soprattutto agli inizi.

Ogni capitolo si chiude con una sezione dedicata alle contromisure da adottare per limitare o neutralizzare i vari tipi di attacco presentati.

Una volta giunto alla fine si è hacker? No. La fine dell’ebook coincide con l’inizio del viaggio, un viaggio fatto di passione, curiosità, dedizione, pazienza, motivazione. Si tratta però di un ottimo punto di partenza per chi cerca un mappa per muovere i primi passi nel mondo dell’hacking.

Hacker’s Underground Handbook può essere acquistato online per soli $18.98 (circa €14 mentre scrivo). Pagamento tramite Paypal.

6 Commenti

  1. Ciao Angelo!
    Rispetto al libro “L’arte dell’hacking” di Jon Erickson è più facile?
    Io ho acquistato il suddetto libro edito da Apogeo ma ho fatto una gran fatica a leggerlo per scarsità di conoscenze di base mie.

    Cosa mi consigli di fare?

    Grazie

  2. Ciao CC
    Si tratta di due opere completamente diverse. “L’arte dell’hacking” è un libro estremamente specialistico che necessita di basi e conoscenze già consolidate per poter essere aprezzato a fondo. Viceversa l’e-book “Hacker’s Underground Handbook” si piazza dalla parte diamentralmente opposta di una ipotetica scala di valori. Si rivolge a chi ha poca o nessuna esperienza di hacking e di informatica e fornisce un punto di partenza. Nessuno dei due libri, per motivi diversi e opposti, trasformerà in hacker i rispettivi lettori

I commenti sono bloccati.