Una Carta di Credito Vale 6 Centesimi

In Aprile  Symantec ha pubblicato un interessante documento sulle tendenze del crimine cibernetico, il “Symantec Global Internet Security Threat Report“.
Si tratta di un report annuale dove viene valutata l’attivita della criminalità legate ad Internet, dall’analisi delle vulnerabilità e dei malware più diffusi, alle tendenze dello spam e del phishing.

Una sezione è dedicata anche all’attività dell’underground economy. In questa sezione viene dato risalto alle modalità con le quali la comunità underground interagisce, offrendo “servizi” quali la realizzazione di script, il reperimento e la vendita di codici, di carte di credito, account di posta elettronica e bancari.

Viene anche riportata una tabella con i prezzi dei vari prodotti/servizi. Ebbene, a vedere queste cifre non si direbbe che i pirati se la passino poi così bene, probabilmente a beneficiare dei grandi giri di denaro saranno i boss che sfrutteranno queste informazioni.

Infatti i prezzi minimi sono abbastanza bassi. Le informazioni riguardanti le carte di credito hanno un valore che oscilla tra i $0.06 e i $30 dollari. A far lievitare o scendere il prezzo è la completezza delle informazioni (numero della carta, scadenza,numero di controllo, dati del proprietario…), legata alle tecniche utilizzate per ottenerle (phising, cracking di un database…).

Le informazioni più ricercate dal crimine informatico sono le credenziali per un accesso completo a conti bancari. Questi dati possono essere pagati da un minimo di $10, ma possono arrivare anche a $1000 dollari per un singolo account.

Insomma, non prezzi da capogiro. Se un pirata si impegna un po’ se la può anche cavare piuttosto bene, ma mi sembra abbastanza impegnativo. Per non dimenticare la necessità di piazzare la roba, il fatto di aver a che far con persone spregiudicate da una parte, e con lo stress di sentirsi il fiato delle autorità sul collo dall’altro. E non in tutto il Mondo la legge è così permissiva come in Italia.

Secondo me il crimine informatico non paga, a meno che non lo si faccia per l’avventura; o non si pensi come Junger che è meglio essere banditi che borghesi.

3 comments to “Una Carta di Credito Vale 6 Centesimi”
  1. WoW! Costano così poco? Il problema penso ke più ke comprare una carta di credito, sia spendere i soldi ke vi sono su. Come fare per non essere beccati? Ma più ke altro, si posso spendere i soldi senza essere beccati?
    Due domandone, però se hai una risposta postala pure 😉

    Bye!

  2. In effetti avere le credenziali può essere semplice ma usare carte di credito false non è così immediato. Li beccano praticamente sempre…fortunatamente per noi.

Comments are closed.