Zeroing: Quando la Gomma non Serve.

Tutti coloro che utilizzano il computer, compresi gli hacker o i presunti tali, hanno un problema: la cancellazione dei dati. Non bisogna essere dei cracker per avere la necessità di cancellare in maniera sicura i nostri file; chi di noi non ha mai venduto un computer? Quando succede vorremmo che nessuno potesse leggere i nostri dati personali contenuti all’interno del nostro pc. Il problema è che svuotare il cestino, usare utility come Ccleaner o altri software per la pulitura di sistema non basta a cancellare definitivamente i file dal nostro hard disk.

Per capire il motivo dell’affermazione sopraindicata dobbiamo capire come funziona un hard disk, per farlo facciamo un esempio. Immaginate una grandissima enciclopedia di venti volumi; la casa editrice, oltre ai libri, vi ha dato un libretto con l’indice delle voci. Grazie a questo indice voi potete trovare con facilità tutte le cose che volete. Le voci non sono messe in ordine alfabetico quindi l’unico modo per trovare una corrispondeza è l’indice. L’hard disk funziona così, mette i file a caso e li indicizza. Quando noi svuotiamo il cestino o cancelliamo con qualche utility non facciamo nient’altro che cancellare la voce dall’indice o, nel caso della formattazione, l’indice completo. L’enciclopedia rimane ma il computer non sa più dove sono le voci.

Ora si pone un problema. Come faccio a cancellare tutto? L’unico modo è quello di scrivere sopra al file. Quando il file viene sovrascritto si cancella in maniera irreversibile. Il problema è: come faccio a sovrascrivere tutte le cose che ho dentro l’hard disk in maniera che non ci sia dentro più nulla?

Semplice, con un software di zeroing. Questi software, in pratica, scrivono degli zero su tutto l’hard disk sovrascrivendo qualsiasi informazione. Ovviamente questi programmi sono un po’ costosi e quelli che si trovano in giro gratis (come e-maxx 1.0) non sempre fanno il lavoro che dovrebbero. Ricordiamoci che per cancellare ci vuole tempo, quindi non crediamo alla cancellazione rapida. Purtoppo la rapidità non sempre, anzi quasi mai, è uguale a sicurezza.

Questo articolo è un stato scritto da Daniele Chiuri alias ilchiuri, autore di  “Fantasmi della Rete”

9 Commenti

  1. Non sono certo che i software che si trovano in giro gratuitamente non facciano il loro mestiere.
    Forse nel caso da te citato puo’ essere vero, pero’ a me risulta che Eraser funzioni perfettamente.

  2. Potresti aver ragione, io conosco anche un altro programma che si chiama Avenger che dice di cancellare definitivamente, ma visto che non posso avere la sicurezza matematica nell’articolo ho dovuto essere un po’ vago. Hai fatto bene comunque a precisarlo perchè così chi legge l’articolo e i commenti capisce meglio.

    Volendo puoi fare un test (se hai voglia) cancella un file con eraser e poi prova a recuperarlo con un software come Recuva (software free della Piriform) e vediamo se si riesce a recuperarlo…

  3. Ho fatto il test io e il risultato è stato abbastanza incoraggiante. Ho cancellato un file con eraser e ho cercato di ripristinarlo…risultato? Non l’ho trovato, una cosa è certa, il nome è stato cancellato e il file reso illeggibile, dobbiamo però pensare che noi abbiamo usato risorse free, non software da migliaia di euro.

  4. Sotto questo aspetto non penso che software da migliaia di euro possa fare qualche differenza.
    Una volta che il dato e’ stato sovrascritto e’ perso per sempre. Anche i tentativi di recuperarlo analizzando la magnetizzazione sul disco, per quanto ne so, sono pura fantascienza.

  5. Su questo hai ragione…se il dato è sovrascritto è irrecuperabile…il problema è: siamo sicuri che è sovrascritto? Diciamo che usare Eraser o Avanger da una discreta possibilità di successo. Ma, come ti dicevo, io non me la sento di dare la sicurezza al 100% che questi software funzionino.

  6. In ogni hard disk prodotto dal 2001 in poi c’è già tutto il necessario per cancellare tutto in maniera definitiva: si chiama Secure Erase ed è un comando che fa parte del set di comandi ATA.
    L’ho scoperto proprio grazie ad Angelor, che ha segnalato securitytube.net in un altro suo post. Una sera mi son messo a guardare un po’ di video ed ho trovato questi:
    http://securitytube.net/Ten-Cool-Things-You-Did-Not-Know-About-Your-Hard-Drive-video.aspx
    Guardate il primo video in alto, a circa 8 minuti!

1 Trackback / Pingback

  1. Technotizie.it

I commenti sono bloccati.