Guerra Fredda 2.0 e Pedinamento dei MAC Address

La profezia non si è avverata. La Storia non è finita nel 1989 dopo il crollo del muro di Berlino come vaticinò frettolosamente Francis Fukuyama nel ‘92. Non solo la Storia non è finita, ma negli anni successivi ci ha mostrato tanti eventi sorprendenti.

La Storia non è finita neppure nel mondo dello spionaggio. Dopo un decennio che ha visto la tecnologia spadroneggiare alla grande, con la sua presunta onnipotenza satellitare, gli scenari che si sono aperti dopo i fatti del 2001 hanno ridato vigore al cosiddetto HUMINT (Human Intelligence).

La notizia degli ultimi giorni dello smantellamento da parte dell’FBI di un circolo di presunte spie russe (stavo per scrivere sovietiche…) ricorda ambientazioni romanzesche dei classici dello spionaggio, più le Carrè che Clancy.

Lasciamo da parte le divagazioni seppur interessanti sulle implicazioni politiche e geopolitiche, e veniamo al punto che più ci interessa ovvero quello hackeresco. La squadra americana del controspionaggio avrebbe pedinato i sospetti per settimane, forse per mesi. Ma il pedinamento non si è svolto solo in modo tradizionale, e neppure soltanto con le intercettazioni telefoniche e ambientali “convenzionali”; in questa occasione gli agenti dell’FBI hanno pedinato anche i computer (probabilmente netbooks),  che gli agenti dell’SVR utilizzavano per scambiarsi messaggi clandestini.

Infatti i russi non si incontravano di persona, ma in locali pubblici vicini seppur diversi, dove  attivavano reti wireless in modalità ad-hoc. Si tratta di una modalità di trasmissione peer-to-peer, che non necessita di un access point centralizzato.

Gli agenti dell’FBI non solo hanno intercettato le comunicazioni tra computer, comunicazioni forse non cifrate, o forse cifrate con WEP, metodo notoriamente debolissimo; hanno anche seguito i computer riconoscendo i MAC address, pratica che ha permesso loro, unitamente ad attività di osservazione convenzionali, di ricostruire i movimenti delle spie.

Che dire? Da parte mia non posso far altro che incoraggiare spie e terroristi di tutto il mondo a seguire PillolHacking.Net; qui troveranno utili consigli su come proteggere le comunicazioni wireless, e su come cambiare il MAC address per evitare di essere pedinati…

3 comments to “Guerra Fredda 2.0 e Pedinamento dei MAC Address”
  1. Pingback: Technotizie.it

  2. Posso fare una domanda che, anche sembrando provocatoria non lo è ?
    Ribadisco, non voglio trollare ne flammare, ma solo capire.

    Ma articoli di questo genere, in particolare questo, quale contenuto informativo hanno ?

  3. Pingback: Tweets that mention Guerra Fredda 2.0 e Pedinamento dei MAC Address | PillolHacking.Net -- Topsy.com

Comments are closed.