Un Virus all’Attacco dei Droni Predator

E’ una notizia che se confermata sarebbe clamorosa: sembra che i droni americani Predator siano stati infettati da un virus. I droni sono aerei senza pilota utilizzati in ambito militare con la doppia funzione di ricognizione e attacco, governati da un centro di comando remoto.

Il malware rinvenuto sui velivoli sarebbe in grado di intercettare i comandi impartiti dagli operatori, almeno questo è quello che riporta l’articolo di Wired che ha rivelato la vicenda; si tratterebbe quindi di un malware con funzioni di keylogger. Inoltre pare che il virus sia “benigno”, quindi non in grado di danneggiare il sistema o di prenderne il controllo.

Come il virus sia arivato a bordo degli UAV statunitensi non è affatto chiaro, il Pentagono non ha commentato l’accaduto. Per la cronaca, ricordo che i droni Predator sono già stati al centro di una clamorosa “intrusione” da parte dei guerriglieri afghani: nel 2009 era stato infatti reso noto che le trasmissioni video non cifrate venivano intercettate dai nemici con un programma da pochi dollari.

Quale potrebbe essere l’origine di questo virus? Una sofistica rappresaglia iraniana per vendicarsi dell’attacco del worm Stuxnet contro i reattori nucleari della potenza islamica? Difficile da stabilire. Quello che è ormai certo è che la cyberwarfare è definitivamente uscita dai libri di fanta-politica ed è entrata con prepotenza nella realtà quotidiana.

2 Trackbacks / Pingbacks

  1. GPS Spoofing: Come Dirottare un Drone | PillolHacking.Net
  2. > GPS Spoofing: Come Dirottare un Drone | Giornale Blog

I commenti sono bloccati.