Fantasmi della rete – Unità 731 – Si torna a casa

54.

Appena usciti fuori dalla capitaneria di porto il poliziotto che li aveva scortati se ne andò, così poterono parlare liberamente.

“Cosa vi è saltato in mente?” inveì Tom

“Stai calmo Tom, era chiaro che è stato Ebola a chiedere al commissario di restare lì!” rispose Leonardo

“Infatti, non aveva nessun altro motivo per trattenerlo.” aggiunse C4ss4ndr4.

“Come fate ad esserne così sicuri?”

“Ebola non era per nulla contento di venire negli Stati Uniti e collaborare con voi, lo faceva solo perché odiava la Pirotech e non ci voleva proprio stare lì dentro. Comunque fossi in voi non mi preoccuperei, Ebola ci darà tutto l’aiuto che può, mi contatterà lui, vedrai.”

“Se lo dici tu.”

I sei andarono fino ai moli senza essere fermati da nessuno come aveva detto il colonnello, videro subito la nave oceanografica dipinta di turchese che spiccava in mezzo alle altre. Era lunga più di venti metri.

Si avvicinarono e videro che c’era una scaletta collegata a un boccaporto. Salirono la scaletta ed entrarono nella nave. Finalmente erano al sicuro.

FINE SECONDA PARTE