Le Brigate Al Qassam Attaccano Wall Street

Cyber Threat Level

 

Per quale motivo nelle ultime ore il FS-ISAC (Financial Services Information Sharing and Analysis Center)  ha alzato livello di allerta per le minacce digitali da “Elevated” a “High”? Quella che a prima vista sembrava una sparata di poco conto, sta diventando un problema serio, che potrebbe mettere nei guai il settore finanziario americano, già fortemente provato dalla crisi finanziaria detonata nel 2007 con l’esplosione della bolla immobiliare.

La minaccia è apparsa su Internet martedi scorso, quando una sedicente divisione cibernetica del braccio militare di Hamas (Brigate Izz ad-din Al qassam), ha pubblicato un comunicata che preannunciava attacchi informatici contro le infrastutture del settore finanziario statunitense, come rappresaglia nei confronti della pubblicazione dell’ormai celebre video sacrilego che ha scatenato le rivolte islamiste in tutto il mondo, proteste che hanno raggiunto l’apice di drammaticità in Libia, dove l’ambasciatore USA è stato trucidato.

Il malfunzionamento accusato dal sito della Bank of America nelle ore successive era stato presentato come un problema non precisato, non necessariamente legato alla minaccia del gruppo islamico.

Però oggi, quando il sito della JPMorgan ha accusato per tutto il giorno problemi intermittenti di connettività, l’attenzione è tornata sul minaccioso comunicato di cui sopra. Ed è probabilmente questo secondo presunto attacco, che ha convinto la FS-ISAC ad alzare il livello di allerta.
Il sito del NYSE (New York Stock Exchnge), anch’esso presente nella lista di possibili obiettivi, non ha avuto, al momento, nessun problema.

Il comunicato del gruppo di combattenti islamici si concludeva con la minaccia che gli attacchi sarebbero continuati fino all’eliminazione definitiva del video incriminato dalla Rete, attacchi che avrebbero potuto avere forme anche diverse da quelle già manifestate.

1 Trackback / Pingback

  1. Sofisticato Attacco DDoS Contro le Banche Americane | PillolHacking.Net

I commenti sono bloccati.